RIMEDI

Ad ogni problema il suo rimedio. Scopri i consigli dei nostri esperti.

Mal di testa

Il mal di testa è uno tra i disturbi più frequenti e fastidiosi che colpisce una persona su cinque. Si tratta di una sensazione di dolore alla testa, in particolare in corrispondenza della volta cranica che insorge all’improvviso.

Cause

Le cause del mal di testa possono essere attribuite a:

–  modificazioni dei vasi sanguigni che irrorano il cervello (dilatazione, restringimento, compressione di arterie e vene)

–  infiammazione dei nervi cranici

–  infiammazione, contrattura di muscoli cervicali

–  infiammazione delle meningi

I fattori scatenanti il mal di testa possono essere stanchezza, affaticamento, stress, insonnia, tensione o “aria viziata”; persino l’alimentazione può incentivare questo disturbo infatti esistono cibi come gli insaccati, formaggi stagionati, il fritto, la frutta secca, che possiedono un effetto vasodilatatore.

Si conoscono differenti tipi di mal di testa, i quali possono essere suddivisi essenzialmente in tre categorie: Cefalee primarie, Cefalee secondarie e Nevralgie craniche, dolori facciali e altre cefalee.

Le cefalee primarie sono le forme più comuni di mal di testa, considerate malattie vere e proprie, le cui cause non sono immediatamente identificabili e non possono essere attribuite a particolari eventi scatenanti. Tra le cefalee primarie le principali sono: cefalea tensiva che insorge almeno una volta nella vita dell’80% degli individui. È causata da una involontaria e continua contrazione dei muscoli della nuca, fronte, tempie, collo e spalle. L’emicrania invece colpisce per lo più le donne, ma anche i bambini, caratterizzata da un dolore di tipo pulsante che nasce inizialmente su un solo lato della testa, nella regione frontale sopra l’occhio e la tempia ma può anche diffondersi su tutta la testa.

Le cefalee secondarie sono forme di mal di testa che vengono attribuite ad altre condizioni patologiche,  spesso si possono manifestare a seguito di un trauma cranico, colpo di frusta, utilizzo di farmaci e droghe, infezioni virali come meningiti ed encefaliti, nei casi più gravi in presenza di tumori cerebrali.

Le nevralgie craniche, dolori facciali e altre cefalee sono manifestazioni causate dall’infiammazione di nervi cranici e/o cervicali che provocano quindi dolore alla testa.

Rimedi

Tra i farmaci di elezione per la cura del mal di testa spiccano gli antiinfiammatori o FANS, questi farmaci vanno utilizzati con estrema cautela, assunti SEMPRE a stomaco pieno ed in caso di dolore prolungato per più di due giorni e necessario rivolgersi al medico.

Gli integratori più utilizzati per questo tipo di disturbo sono a base di:

-Magnesio: ha la funzione di migliorare la trasmissione degli impulsi nervosi, la contrazione muscolare, e l’umore( se utilizzato per il mal di testa da ciclo mestruale, o emicrania catameniale, va assunto la seconda metà del ciclo)

-Boswellia: pianta subtropicale che ha spiccata azione antiinfiammatoria e antidolorifica.

-Zenzero: questa radice va utilizzata in infusione o polverizzata(in capsule): contiene attivi antiinfiammatori che aumentano la soglia del dolore.

-Caffeina: un uso moderato può aiutare. La caffeina infatti, svolge un’ azione vasocostrittrice ed analgesica. Attenzione però! Un uso eccessivo può causare l’effetto contrario.

-Vitamina B: tutto il complesso delle vitamine del gruppo B è importante per prevenire e curare il mal di testa. E’ importante integrare l’apporto di queste vitamine con la dieta, anche se gli alimenti che le contengono in quantità elevate sono proprio quelli definiti “trigger”, ovvero potenzialmente scatenanti (es. latticini, fagioli, banane etc). E’ opportuno quindi trovare anche il giusto integratore completo di vit.B.

Per cercare di alleviare il mal di testa prima di procedere con l’utilizzo di farmaci ci sono differenti rimedi naturali o meglio conosciuti come “rimedi della nonna” da poter adottare:

-impacchi con foglie di cavolo sulla nuca per almeno mezz’ora

-applicazione a livello delle tempie di fettine di patate o limone legati con un fazzoletto intorno alla testa

– utilizzo di olii essenziali a base di lavanda o menta massaggiando delicatamente a livello delle tempi

-una buona tisana calda a base di camomilla, valeriana, fiori di arancio, melissa e passiflora che va ad indurre il rilassamento fisico agendo indirettamente sulla diminuzione dello stress

– impacchi con acqua calda o fredda a livello della zona interessata.

Per maggiori informazioni, dopo aver consultato il medico, ci vediamo in farmacia. Ormai abbiamo capito: Il mal di testa non è sempre lo stesso: insieme costruiremo un percorso personalizzato che porterà alla risoluzione del problema, ti aspettiamo!

Mal di gola

Il mal di gola è uno dei sintomi piu’ frequenti che colpisce indistintamente uomini, donne, adulti e bambini e si puo’ manifestare ad ogni stagione.

A seconda della localizzazione, distinguiamo 4 tipologie di infiammazione alla gola:

1) TONSILLITE: infiammazione delle tonsille, poste ai lati della gola. Sintomi correlati a loro rigonfiamento, sono difficoltà a deglutire e a mangiare. A volte accompagnata da febbre e presenza di placche biancastre

2) FARINGITE: infiammazione della faringe che costituisce il primo tratto delle vie aeree superiori quindi più esposta ad agenti patogeni. Si manifesta con sensazione di corpo estraneo nella parte superiore della gola, pizzicore, difficoltà a deglutire e gola rossa.

3) LARINGITE: coinvolgimento della laringe, tratto che unisce la faringe alla trachea e che ospita le corde vocali. A seguito dell’infiammazione di tali corde si ha abbassamento di voce fino talvolta alla temporanea perdita.

4)TRACHEITE: infiammazione della trachea, che collega la faringe ai bronchi. Inizialmente caratterizzata da tosse secca, che matura in seguito in tosse grassa con produzione di catarro. Sintomi correlati sono bruciore al petto e retrosternale, respiro affannoso.

Le cause possono essere svariate:

– Virus o batteri che passano da un individuo all’altro, accompagnato spesso nel primo caso a raffreddore e nel secondo alla presenza di placche;

– Forti escursioni termiche o repentini cambi climatici;

– Ambienti secchi e con bassa percentuale di umidità che causano irritazione della mucosa orale;

– Esposizione a smog, fumo e sostanze irritanti che la mucosa non riesce a filtrare;

-Patologie come allergie ( acari, polvere, pollini) o reflusso gastroesofageo (risalita di acidi gastrici che irritano la gola)

Non è sempre facile scampare al mal di gola ma una buona integrazione preventiva, alcuni accorgimenti e piccole precauzioni possono sicuramente influire positivamente. Vediamo insieme alcuni rimedi fitoterapici da poter utilizzare:

– Propoli: è una sostanza resinosa che le api raccolgono dalle gemme di alcune piante ed è costituita per lo più da resine, balsami e cera. Tali principi la rendono un potente antinfiammatorio, idratante e balsamico del cavo orale;

– Malva: è una pianta ricca di mucillagini che conferiscono proprietà antinfiammatorie, emollienti ed espettoranti

– Erisimo: è la cosiddetta pianta dei cantanti per la sua capacità di lenire lo stato infiammatorio della gola, in particolare nel caso di voce roca o abbassamento di voce;

– Pompelmo: nello specifico l’estratto dei semi di pompelmo ha un’azione antibiotica naturale per questo tra i vari utilizzi è un buon rimedio per il mal di gola;

Questi rimedi possono aiutare, ma potrebbero non essere sufficienti alla risoluzione del problema, per questo, soprattutto se i sintomi dovessero persistere, sarà necessario l’ intervento di un medico, il cui parere è in ogni caso fondamentale.

Se tutto questo non dovesse bastare o per qualsiasi informazione, vi aspettiamo in farmacia!

 

CONTATTACI

Cistite

La cistite e le infezioni delle vie urinarie sono molto ricorrenti e comuni, per quanto fastidiose.
Le donne sono più soggette a questo tipo di fastidio, ma anche gli uomini possono soffrirne.
Durante l’estate questa patologia raggiunge dei picchi, per diversi motivi, ad esempio si beve di meno e per questo c’è una presenza maggiore di batteri nocivi che possono aumentare la possibilità di contrarre l’infezione delle vie urinarie. Un’altra causa,se si è in vacanza, è rappresentata dalla presenza prolungata di indumenti umidi o bagnati che rappresentano un ambiente perfetto per la proliferazione batterica aumentando il rischio di cistite.

Sintomi:

  • sensazione di dover urinare continuamente
  • minzione frequente e dolorosa
  • dolore pelvico
  • alterazione del colore delle urine

Quando i sintomi diventano troppo dolorosi, o si è in presenza di spasmi all’addome, febbre,nausea o vomito allora si potrebbe essere in presenza di infezioni renali.
In ogni caso è essenziale consultare il medico, che valutando la situazione potrà risolvere velocemente il problema, con la prescrizione, se necessario di antibiotici o antimicrobici. Quindi in questo caso l’autodiagnosi o peggio ancora l’auto cura non sono da prendere in considerazione, perchè la semplice infezione alle vie urinarie potrebbe diventare un problema renale molto più delicato.
Sicuramente quello che possiamo fare è adottare delle buone norme per assicurare il benessere delle vie urinarie. Come ad esempio bere molti liquidi, non trattenere le urine, cambiare spesso indumenti intimi o costumi da bagno e utilizzare un detergente intimo antibatterico.

Alleati naturali contro la cistite:

  • Uva ursina: è ricca di principi attivi che svolgono funzioni antiinfiammatorie del sistema urinario. In particolare l’arbutina, un composto fenolico che, al momento dell’eliminazione attraverso l’apparato urinario si trasforma in un’altra sostanza (idrochinone) con attività fortemente antisettiche. Può essere utilizzata sottoforma di tisana, tintura madre o compresse.
  • Mirtillo rosso(cranberry): i principi attivi fondamentali sono proantocianidine e flavonoidi, che svolgono un’ azione antibiotica naturale. Il mirtillo rosso è fondamentale anche per prevenire le recidive, va quindi usato anche nei periodi in cui non ci sono fasi acute ma si è soggetti a questo tipo di infezioni.
  • Vitamina C : aumentare le difese immunitarie è fondamentale per non incappare in infezioni o recidive.
    Esistono molti tipo di integratori che contengono questi e altri attivi naturali, ti aspettiamo in farmacia per scegliere l’integratore più adatto a te.

 

CONTATTACI

Allergie

ALLERGIE

Il sistema immunitario è tra i sistemi di protezione del corpo umano. Quando una sostanza esogena(che proviene dall’ esterno) entra in contatto con il corpo, il sistema immunitario lo “esamina” e decide come rispondere. Quando siamo in presenza di allergie il sistema immunitario reagisce con reazioni eccessive nei confronti di sostanza abitualmente innocue. Un esempio su tutti: i pollini.

In questi casi è opportuno rivolgersi ad un medico che, valutando ogni caso, deciderà a quale terapia ricorrere, potrebbe prescrivere antistaminici, cortisone, o altri importanti farmaci che richiedono ricetta medica.

Per quanto riguarda l’approccio fitoterapico, sempre in accordo con il medico, il  rimedio principe è il RIBES NIGRUM. Le gemme di ribes nero(chiamato talvolta anche cassis) sono ricche di sostanze(flavonoidi e glicosidi) che stimolano la produzione di cortisolo e sono quindi capaci di ridurre le infiammazioni diminuendo l’azione dell’istamina, modulando così le manifestazioni allergiche eccessive. Inoltre le gemme sono ricche di oli essenziali, molto efficaci in caso di infiammazioni delle prime vie respiratorie, bronchiti e raffreddore. Come antistaminico naturale si usa solitamente sotto forma di macerato glicerico in gocce . La posologia è di 50 gocce due o tre volte al dì.

la notizia in più —-> Per non alterare la normale produzione di cortisolo endogeno(quello cioè prodotto dal nostro organismo) è necessario che l’assunzione avvenga entro le ore 14. altrimenti, tra le altre cose, si rischia di non riposare bene!

Ti aspettiamo in farmacia per conoscere le altre importanti azioni del ribes e per trovare il prodotto più adatto a te!

CONTATTACI

Afte e stomatiti bocca

Le afte, sono delle ferite all’interno del cavo orale. delle piccole lacerazioni non pericolose , non infettive e non contagiose, ma estremamente dolorose. Le cause della formazione di queste ulcerazioni sono diverse e possono andare da stress,micro traumi(es.con spazzolino), ciclo mestruale, dieta povera di alcune vitamine( che poi vedremo), calo delle difese immunitarie, sbalzi ormonali o la concomitanza di alcune malattia che ne facilitano l’insorgenza(celiachia,malattie infiammatorie intestinali,immunodeficienze di varia natura). Anche la predisposizione genetica però gioca un ruolo importante. La diagnosi è facile, e la cura dipende dalle caratteristiche dell’afta e dalle esigenze personali.

Può risolvere naturalmente, il consulto di un medico è sicuramente utile perchè in casi particolarmente complicati potrebbe essere richiesto l’utilizzo di farmaci da utilizzare dietro prescrizione medica.

Esistono dei rimedi naturali ed efficaci per curarla ed evitare recidive:

– un buona igiene orale, delicata ma puntuale, accompagnata nei momenti di dolore acuto all’ utilizzo di gel o colluttori a base di clorexidina(potente antibatterico)

– un ciclo di probiotici e fermenti specifici. creare una flora intestinale sana assicura una buona protezione e una pronta guarigione

-utilizzo di un gel a base di aloe vera che sfiamma, lenisce e velocizza la rigenerazione cutanea

– assunzione di integratore a base di zinco ed echinacea e vitamina c che aumenta le difese immunitarie

-ciclo con integratore di vitamine del gruppo B, E ed A

Il consiglio in più —> evitare cibi molto calorici, piccanti, molto salati o molto caldi. prediligere un’ alimentazione ricca di fibre e di alimenti ricchi di vitamina B12 ( yogurt, carne di vitello, alimenti a base di soia, pesce)
CONTATTACI

Mal di stomaco e reflusso

Il mal di stomaco è un disturbo estremamente fastidioso e comune tra la popolazione. Le cause di queste manifestazioni dolorose sono le più disparate e vanno da pasti pesanti, stress, disturbi intestinali, fino a patologie proprie dello stomaco come ulcere o reflusso. Possono anche essere causati dalla presenza di un batterio chiamato helicobacter pylori.

Lo stomaco è l’ organo deputato al transito del cibo fino all’intestino e alla denaturazione e digestione di alcune sostanze che vengono poi assorbite nell’ intestino.  La digestione è resa possibile grazie alla presenza di succhi gastrici (costituiti da acido cloridrico, pepsinogeno e fattore intrinseco) e alla motilità gastrica.

In alcuni casi la mucosa gastrica si infiamma dando il via ad una serie di dolori e fastidi che comprendono spasmi, gonfiore, perdita di appetito ,nausea e vomito.

I sintomi, anche se transitori, non vanno mai sottovalutati, e l’intervento del medico è fondamentale  per capire se siamo di fronte ad una patologia da trattare farmacologicamente e contemporaneamente proseguire con una serie di accertamenti, oppure se qualche accortezza in più può essere sufficiente per risolvere il problema.

L’ unico modo per risolvere il mal di stomaco è eliminarne la causa, quindi dopo aver ascoltato il parere del medico, vediamo insieme le principali cause e i relativi possibili rimedi:

Causa: gli antinfiammatori – questi farmaci indeboliscono la barriera mucosa dello stomaco e possono portare a complicazioni anche gravi, come l’ulcera

Rimedio: limitare l’utilizzo di questi farmaci, utilizzarli esclusivamente dietro indicazione medica e, in ogni caso SOLO a stomaco pieno.

 

Causa: helicobacter pylori-  è un batterio che si trova naturalmente nello stomaco. In situazioni particolari può diventare dannoso  provocando ulcerazioni. Possiamo capire se la causa del disturbo è questo batterio eseguendo un veloce test diagnostico indolore(breath test).

Rimedio: è necessario l’uso di antibiotici

 

Causa: stress- situazioni particolarmente stressanti possono causare eccessiva produzione di acido gastrico

Rimedio: utilizzo di tisane rilassanti che contengono camomilla, melissa, malva, liquirizia, finocchio

 

Causa: cibo- alcuni cibi possono naturalmente causare gastrite: bevande alcoliche, caffè, cibi acidi quali pomodori, agrumi, spezie, cibi piccanti,frutta secca, cacao

Rimedio: bicarbonato di sodio, patate, carote, avena, cavolo, yogurt, riso e pasta integrale. Mangiare lentamente, masticare molto bene

 

Causa: gonfiore addominale, stitichezza

Rimedio: uso di fermenti lattici adeguati

 

Causa: fumo

Rimedio: una delle principali cause di mal di stomaco e complicazioni è proprio il fumo di sigarette. Interrompere questa scorretta abitudine apporterà benefici immediati. smettere di fumare è possibile, in farmacia possiamo aiutarti!

 

Questa una rapida carrellata delle cause più frequenti di mal di stomaco, contattaci, o passa in farmacia per delucidazioni più dettagliate e consigli mirati. Ti aspettiamo!

CONTATTACI

Stitichezza

Secondo statistiche recenti almeno il 40% della popolazione mondiale soffre o ha sofferto almeno una volta nella vita di stitichezza.

Sebbene sia molto diffuso, questo disturbo può compromettere il normale svolgimento della vita quotidiana, in quanto può portare a mal di testa, cardiopalmo, insonnia, alitosi, difficoltà nella digestione, perdita di appetito, dermatosi(orticaria, acne, eczemi) fino ad arrivare ad un’ autointossicazione per l’ impossibilità di espellere sostanze di scarto dall’ organismo.

La stipsi può essere generata da fattori terzi(quindi essere di tipo secondario) oppure essere primitiva. Le cause che possono portare a questa patologia sono: febbre, farmaci, invalidità, cambiamento di stile di vita(sedentarietà, dieta, disidratazione, etc.). quando parliamo di stitichezza acuta quasi sempre si tratta di patologia secondaria.

All’ insorgenza dei sintomi è necessario consultare il medico, che dopo accurato esame, deciderà la terapia più idonea. La stipsi potrebbe essere sintomo di problematiche più complesse, quindi l’ intervento del medico è fondamentale. L’auto cura in questo caso potrebbe essere dannosa, oltre che inutile, perche lassativi presi in modo scorretto possono impigrire l’intestino portando alla cronicizzazione del problema.

Esistono delle buone norme da seguire per evitare di soffrire di stipsi, o eventualmente per porre rimedio alla situazione.

Rimedi:

Uno stile di vita sano è fondamentale- bere molta acqua ammorbidisce le feci e aiuta la peristalsi. cibi ricchi di fibre(ad esmpio:verdura cotta,frutta con buccia, verdura cruda, cereali, crusca) aiutano la motilità intestinale (senza esagerare, potrebbero irritare l’intestino). l’attività fisica( sono sufficienti 20 minuti di moto al giorno) assicura il corretto funzionamento della muscolatura addominale.

Rimedi fitoterapici stimolanti: senna, rabarbaro, frangula, cascara sono rimedi naturali, ma attenzione! si tratta di lassativi a tutti gli effetti, quindi chiedete consiglio al medico o al farmacista prima di utilizzarli!

Rimedi fitoterapici meccanici: malva, psillyo, liquirizia sono rimedi naturali che agiscono in modo meccanico, all’ interno dell’ intestino formano delle mucillaggini che rigonfiandosi aumentano la peristalsi(movimento intestinale), aiutando l’ evaquazione. —> il consiglio in più: assumere liquidi poichè le mucillaggini hanno appunto bisogno di rigonfiarsi per svolgere la loro funzione.

Fermenti lattici (bifidobatteri) creano un substrato adeguato per evitare o combattere la stipsi. il consiglio in più—> chiedi sempre al tuo farmacista se i fermenti che stai acquistando sono utili per risolvere il tuo problema, i fermenti non sono tutti uguali!

Lattulosio: è uno zucchero( formato da fruttosio e galattosio, quindi utile anche per i diabetici), che arriva inalterato fino al colon e lì svolge la sua funzione osmotica richiamando cioè acqua e ammorbidendo così le feci. è inoltre un ottimo prebiotico ovvero substrato per la flora batterica intestinale.

per questi ed altri consigli ti aspettiamo in farmacia!

CONTATTACI

Punture d'insetto

Eliminare tutte le fonti di acqua stagnante. Piante di geranio e citronella creano un ambiente sfavorevole per le zanzare. Una punta di Pasta all’ossido di zinco può alleviare il fastidio e velocizzare la rigenerazione cutanea.
CONTATTACI

Kit indispensabile viaggio

Partire per una vacanza è sempre bellissimo, anche se, per alcuni, può essere motivo di stress. Alcuni di noi soffrono il pre-partenza perché l’idea di mettere mano al bagaglio spesso pò essere difficile.

Ecco quindi una piccola guida che ci permetterà di preparare un bagaglio utile, pratico e leggero!

Per far si che la preparazione sia più agevole divideremo i beauty case in due sezioni: uno per la beauty routine e un per il reparto “imprevisti”!

Beauty routine:

detergente viso delicato: che andiamo al mare, in montagna o in qualunque città del mondo, togliere dal viso i residui di una giornata piena è fondamentale. Scegliere il detergente adatto è semplice se sappiamo come fare. Per una pelle mista prediligere un detergente a risciacquo, per una pelle secca un latte detergente accompagnato dal tonico.

crema viso idratante: fondamentale per non rischiare di bruciarsi, spellarsi, o avere la sensazione di pelle che tira dopo un lungo volo o dopo una giornata faticosa. Prediligere una crema leggera e con acido ialuronico

crema corpo nutriente ed elasticizzante: che sia dopo il sole d’estate, dopo una passeggiata in montagna o dopo un giorno passato tra i palazzi di una città, una buona crema elasticizzante ci permette di migliorare l’abbronzatura, rinfrescarci, dare tono anche alle gambe più stanche!

cura dei capelli: non scordiamoci che settembre è il momento peggiore per i capelli, il fisiologico turnover durante il cambio di stagione, rende normale una caduta e un assottigliamento solitamente allarmante. Proprio per questo motivo durante le vacanze dobbiamo tenerne conto, utilizzando uno shampoo delicato, un buon balsamo e un olio nutriente in caso di salsedine e vento.

crema con fattore di protezione solare: serve sempre. anche se non si parte per le vacanze. D’estate la pelle viene aggredita dai raggi solari e sta a noi proteggerla.

intensificatore dell’abbronzatura: questo prodotto non è per tutti, solo per chi vuole raggiungere un’abbronzatura più intensa senza rinunciare alla protezione della pelle

Imprevisti:

fermenti: la prima cosa da mettere in valigia. E se si parte per un viaggio esotico, prenderli in prevenzione. Una bella dose di boulardi infatti può evitare le temutissime diarie del viaggiatore

multivitaminico ed integratore di sali minerali: per non farsi trovare spossati all’ arrivo del grande caldo.

spray e compresse per il mal di gola: non facciamoci ingannare dalla stagione, l’aria condizionata e le grandi sudate possono giocare brutti scherzi.

-integratore per il benessere delle vie urinarie: d’estate questi problemi sono più frequenti, giocare d’anticipo in questo caso è la tattica migliore!

-crema contro le bruciature, ustioni e punture d’insetti: anche su base naturale tenerle sempre può fare la differenza

Dietro consiglio del medico e sotto prescrizione di ricetta medica potrebbero essere necessari:

antibiotico

farmaco contro la diarrea

-colliri

-rimedi per orecchie infiammate

Se partite per un lungo viaggio parlate con il vostro medico di possibilità di vaccini e/o profilassi

Questa  è una lista generica, ma in farmacia esistono tantissimi diversi integratori e rimedi, ti aspettiamo per il consiglio dei prodotti più adatti a te!

CONTATTACI


Via dell'Ala 15D - 06134 Ponte Felcino, Perugia
Tel. 075.691146 - Email: info@farmaciabolli1833.it

Farmacia Bolli 1833